Usa smartphone rubato a una bimba, assolta 30enne

Una giovane di Atripalda accusata di ricettazione per aver rubato e utilizzato uno smartphone altrui è stata assolta perché il fatto non sussiste

app col virus malware android play store

ATRIPALDA. Accusata di ricettazione per aver rubato uno smartphone a una bambina di 11 anni.

Una giovane di 30 anni di Atripalda è stata assolta perché il fatto non sussiste. Lo riporta il Mattino.

Usa smartphone rubato a una bimba, assolta 30enne

L’accusa aveva chiesto la condanna a un anno di reclusione e 500 euro di multa ma il legale difensore, Angelo Polcaro, è riuscito a dimostrare che  giovane donna aveva rinvenuto lo smartphone per strada nei pressi della piazza di Atripalda, in condizioni tali da far presumere che fosse stato gettato via.

Tesi accolta dal giudice monocratico del tribunale di Avellino, Sergio Ceraso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *