Incidenza dei tumori in Irpinia, percentuale inferiore rispetto alla mezia nazionale

Il governatore Vincenzo De Luca, ha annunciato "Abbiamo stanziato 157 milioni per la ricerca: entro 5 anni contiamo di individuare un vaccino anticancro"

All’indomani della presentazione del Registro Tumori della Asl di Avellino, quello che è emerge è un dato confortante: in Irpinia ci si ammala in percentuale inferiore rispetto alla media nazionale.

In base alle statistiche, i tumori per i quali si muore di più sono il carcinoma ai polmoni, per gli uomini, e le patologie della mammella per le donne, oltre al tumore della tiroide che miete vittime in soprattutto tra le donne.

Le statistiche

La Asl di Avellino tra il 2010 e il 2012 ha registrato un’incidenza, ogni 10omila abitanti, di 617 uomini ammalati e 310,4 decessi e 418,5 donne ammalate e 161,1 decessi.

Il dato regionale è di 698,3 uomini ammalati (374,9 decessi) e 446,9 donne (183,5decessi).

Al Sud, invece, l’incidenza si attesta a 637,2 per gli uomini (422,7decessi)  e352,7 per le donne (186,1 decessi), mentre sale a livello nazionale fino a 716, 4pergliuomini (482,3decessi) e370,8 per le donne (202,8decessi).

Il governatore Vincenzo De Luca, ha annunciato “Abbiamo stanziato 157 milioni per la ricerca: entro 5 anni contiamo di individuare un vaccino anticancro”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *