Sigilli al Liceo Mancini: 1200 studenti senza scuola

Svolta nell'inchiesta sulla sicurezza degli edifici scolastici del capoluogo. Sequestrato il plesso di via De Conciliis, partono quattro avvisi di garanzia

perizia scuole sequestro sigilli Liceo Mancini sequestro

AVELLINO. Sigilli dei carabinieri al Liceo Scientifico Mancini di Avellino. Disposto dal Gip del Tribunale di Avellino Vincenzo Landolfi il provvedimento di sequestro preventivo per l’intero plesso sito in via De Conciliis. Emessi dalla Procura, oltre al provvedimento di chiusura della struttura, quattro avvisi di garanzia che vedrebbero coinvolti il Presidente della Provincia Domenico Gambacorta, il responsabile dell’edilizia scolastica Giovanni Micera, il dirigente del Settore tecnico della Provincia, Antonio Marro, e la dirigente dell’istituto, Nicolina Silvana Agnes.

Il provvedimento è scattato nel primo pomeriggio di oggi a seguito dell’indagine della Procura nell’ambito della sicurezza degli edifici scolastici del capoluogo irpino. Resta il massimo riserbo sulle ragioni che hanno spinto il giudice a disporre il sequestro immediato della struttura. Secondo le indiscrezioni raccolte il provvedimento sarebbe scattato in ragione ad alcune criticità riscontrate in due solai della struttura durante i diversi sopralluoghi dei tecnici della Procura. A farne le spese saranno gli oltre 1200 studenti iscritti al Liceo Mancini che dopo la gioa per il premio ricevuto a Roma qualche giorno fa, si ritrovano senza una sede.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *