Servizio mensa ad Avellino, le parole dell’assessore non rassicurano i genitori

Nonostante le rassicurazioni dell'assessore Mancusi, il Comitato dei Genitori continua a dirsi scettico in merito alla data dell'inizio del servizio mensa

Servizio mensa ad Avellino

L’annuncio dell’assessore alla pubblica istruzione Michela Mancusi non placa le polemiche in merito all’avvio del servizio Mensa ad Avellino

“Abbiamo finalmente una data per l’avvio del servizio di refezione scolastica: dal 15 novembre la mensa partirà per l’asilo nido comunale. Nei prossimi giorni informeremo genitori e dirigenti scolastici in merito alle date di partenza per il servizio mensa negli altri istituti scolastici comunali”.

“Per ora partiremo dai 30 iscritti del nido. Nel frattempo gli iscritti sono saliti a quota 1030, meglio rispetto a poche settimane fa ma comunque un numero inferiore ai 1400 ipotizzati”

I genitori non ci stanno

“Dopo l’affidamento provvisorio della gara di refezione scolastica alla ditta Global Service S.r.l., notizie contrastanti e confusionarie continuano ad emergere in queste ore nel silenzio assordante dell’amministrazione comunale”.

“Non avendo ricevuto nessuna risposta come coordinamento GENITORI MENSA AVELLINO ci siamo attivati autonomamente prendendo contatti con la Global Service, la quale da subito ci ha mostrato piena disponibilità e collaborazione”.

Il problema reale secondo il Comitato

“L’ente non è proprietario di nessuna attrezzatura presente all’interno dei refettori, quindi niente tavoli e sedie per far mangiare i bambini”.

“Anche se la Global Service si è attivata per il passaggio di cantiere delle unità lavorative, per le autorizzazioni sanitarie e per l’acquisto delle nuove attrezzature mancanti nei vari plessi (tipo le cucine che probabilmente già da lunedì provvederà ad installare), perché il servizio possa partire bisogna sostanzialmente attendere la fornitura di sedie e tavoli”.