Scandalo diplomi falsi Cisl: dirigente scolastico si contraddice in aula

Sono state trascritte oggi le intercettazioni relative al caso dei diplomi comprati alla Cisl Irpinia-Sannio, scoppiato in seguito al servizio di Luca Abete

AVELLINO. Questa mattina, nell’aula di Corte d’Assise di Piazzale De Marsico, la dott.ssa Cira D’Ardia ha trascritto le intercettazioni nell’ambito dell’inchiesta dei diplomi comprati alla Cisl Irpinia-Sannio. Un caso scoppiato in seguito al servizio dell’inviato Luca Abete per Striscia La Notizia.

La relazione dovrà essere consegnata entro 45 giorni, mentre il dibattimento si aggiorna al 12 settembre.

Scandalo diplomi falsi Cisl: dirigente scolastico si contraddice in aula

Oggi sono stati ascoltati in aula l’ex dirigente scolastico di una scuola di Santa Maria Capua Vetere, finita nel mirino della Procura in quanto possibile “diplomificio” e il segretario della Cisl Scuola Irpinia-Sannio, Salvatore Bonavita, che aveva anche presentato denuncia a seguito del servizio di Luca Abete, testimoniare dinanzi al collegio presieduto da Roberto Melone.

Il preside ha affermato: «Sono sempre stato scrupoloso e ho sempre verificato prima sui registri i diplomi firmati», ma alla richiesta di spiegazione da parte del pm sul titolo di operatore per servizi sociali nelle scuole rilasciato a una donna di Carife indagata nell’inchiesta, è sembrato contraddirsi.

Il sindacalista, invece, ha detto sull’indagato Antonio Perillo: «Era un nostro collaboratore esterno, non aveva vincoli di orario e si occupava delle pratiche per aggiornamento della graduatoria Ata di terza fascia».

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *