Riapertura Avellino-Rocchetta, De Luca: «Simbolo di rinascita»

Il governatore della Campania: «Il treno che riparte dalla stazione di Avellino è il simbolo della rinascita più generale che sta vivendo la città e la continuazione di un impegno del governo regionale che mette al centro della sua politica le aree interne della Campania»

AVELLINO. La storica tratta ferroviaria Avellino-Rocchetta San’Antonio torna a vivere. «Abbiamo mantenuto l’impegno assunto due anni fa: oggi il treno che riparte dalla stazione di Avellino è il simbolo della rinascita più generale che sta vivendo la città e la continuazione di un impegno del governo regionale che mette al centro della sua politica le aree interne della Campania».

Riapertura Avellino-Rocchetta, De Luca: «Simbolo di rinascita»

Così il governatore della Campania Vincenzo De Luca, che insieme al presidente della Fondazione Fs, Mauro Moretti e alla presidente del Consiglio regionale, Rosetta D’Amelio, è intervenuto alla riapertura della linea.

Per la riattivazione  che oggi e domani porterà centinaia di viaggiatori a riscoprire paesaggi, gastronomia, colture tipiche, a cominciare dalla Valle dei Vini, in cui si producono le tre Dogc irpine, la Regione Campania ha investito 20 milioni di euro.

La linea ferroviaria

La linea ferroviaria è lunga 119 chilometri attivati il 27 ottobre del 1895, grazie alla intuizione di Francesco De Sanctis, che dopo la chiusura avvenuta nel 2010 diventano una importantissima infrastruttura per la promozione turistica e le produzioni di pregio di Campania e Puglia.

FONTE il Mattino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *