Raid punitivo ad Avella, individuati i responsabili

Raid punitivo ad Avellin individuati i due aggressori, già noti alle forze dell'ordine, entrambi residenti nel comune irpino

raid punitivo

Sono stati individuati i responsabili che domenica sera ad Avella hanno aggredito due fratelli di 35 e 40 anni

I due aggressori sarebbero già noti alle forze dell’ordine e sarebbero entrambi residenti nel comune irpino.
Gli investigatori sono riusciti ad individuare i due grazie anche ai fotogrammi delle telecamere di video sorveglianza privata presenti in zona.
Sin dall’inizio, considerando le modalità dell’aggressione, si era pensato ad un regolamento di conti, ma il movente vero e proprio non è ancora chiaro agli investigatori.

Grave uno dei fratelli

Dei due fratelli vittime del raid punitivo, uno è in prognosi riservata. Troppo gravi le ferite riportate dal 35enne, colpito violentemente alla testa e al corpo con un martello e un bastone.

Per l’altro uomo aggredito, invece, le conseguenze sono state nettamente più lievi e già ieri è stato dimesso dall’ospedale Moscati di Avellino.