Portachiavi microchippati: ritorna la bufala più gettonata in Italia

Da pochi giorni è riapparso il presunto comunicato di Ascom sull'esistenza di portachiavi con microchip distribuiti gratuitamente nei parcheggi. Ecco di cosa si tratta

AVELLINO. Ritorna la bufala del portachiavi. Da pochi giorni è riapparso il presunto comunicato di Ascom, che denuncia una truffa curiosa.

Portachiavi microchippati: ritorna la bufala più gettonata in Italia

«In questi giorni vengono distribuiti portachiavi da agganciare all’interno delle vostre auto. Le persone ve li offrono gratuitamente nei parcheggi o presso i distributori di carburante. Non accettateli, essi contengono un microchip. Questi delinquenti vi seguono fino a casa e vengono a conoscenza dei vostri movimenti per mettere a segno furti. Secondo la Polizia si tratta di bande di rumeni. Divulgare, per la sicurezza, anche ai vostri parenti. Fallo girare».

Questo il testo integrale, smentito dalla stessa Ascom. Nessun allarme dunque per i cittadini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *