Pedalata amatoriale ad Avellino, il Giro d’Italia per gli appassionati

In occasione dell’ottava tappa del Giro d’Italia 2018, Banca Mediolanum, sponsor ufficiale del Gran Premio della Montagna, organizza “un giro nel Giro” dedicato a clienti e appassionati ciclisti. Testimonial: Paolo Bettini e Francesco Moser

AVELLINO. In occasione dell’ottava tappa del Giro d’Italia edizione 101 –Praia A Mare – Montevergine di Mercogliano – Banca Mediolanum, sponsor ufficiale del Gran Premio della Montagna dal 2003, organizza “un giro nel Giro” dedicato a clienti e appassionati ciclisti per vivere con loro l’emozione del percorso anticipando la gara di qualche ora, insieme ai fuoriclasse e storici testimonial: Paolo Bettini e Francesco Moser.

Pedalata amatoriale ad Avellino, il Giro d’Italia per gli appassionati

Grazie all’organizzazione di Antonio De Gisi, Family Banker® di Banca Mediolanum e dei suoi collaboratori, il gruppo in maglia azzurra partirà sabato 12 maggio alle ore 12:15 dal Family Banker Office di Avellino, in Corso Vittorio Emanuele II, per percorrere quasi 50 km in compagnia dei due campioni del ciclismo ed arrivare al traguardo di Montevergine di Mercogliano alle ore 15.

Come negli anni passati, proseguono le iniziative solidali di Fondazione Mediolanum Onlus a sostegno dell’infanzia in condizioni di disagio, in Italia e nel mondo. Quest’anno laraccolta fondi (fino al 30 giugno) sarà a favore del progetto #AlziamoLoSguardo, per sostenere 275 bambini con sindrome di Down e le loro famiglie nel percorso di crescita versol’autonomia. Fondazione Mediolanum si impegna a raddoppiare i primi 30.000 euro donati e a devolvere quanto raccolto alle associazioni AGPD Onlus, Vite Vere Down DADI Onlus e le sezioni Versilia e Catania di AIPD Onlus.

#StorieDalGiro, da racconto social a libro fotografico

Nato come progetto digitale nel 2014 per raccontare le storie di persone incontrate efotografate lungo le strade del Giro d’Italia, #StorieDalGiro diventa quest’anno documentocartaceo, quasi a “consacrazione” di un percorso che oggi rappresenta una case history, incontrotendenza rispetto alle contemporanee dinamiche dell’editoria.

Un viaggio lungo 4 anni che ha attraversato le strade d’Italia tramite gli occhi e le parole diappassionati provenienti da tutto il mondo. Un viaggio digitale che ha immortalato, con storie e scatti, i volti e i racconti di tifosi, sportivi e appassionati che da sempre popolano lestrade della “corsa più bella del mondo nel Paese più bello del mondo”.

Uno storytelling, espressione anch’esso del concept dell’uomo al centro, che narra luoghi,persone, folclore locale e tutto quello che non viene abitualmente raccontato. Una redazione online itinerante che ha fotografato questi istanti e dato vita al racconto sul web con

storiedalgiro.it e da subito anche su instagram, twitter e facebook, coinvolgendo il pubblicocon l’hashtag #storiedalgiro diventando così indirettamente espressione di valori condivisidalla Banca che ha scelto di metterci la faccia.
#StorieDalGiro, edito da Mondadori-Electa, in libreria da maggio, ma continua a vivere online come racconto social con nuove storie dedicate all’edizione 101 del Giro d’Italia.

Banca Mediolanum dal 2003 al Giro d’Italia

Il Gran Premio della Montagna, che esalta la fatica, la forza del singolo, ma anche il lavoro di squadra, la sinergia e la sapiente distribuzione delle forze, rappresenta da sempre valori in fortissima sintonia con Banca Mediolanum.
Grazie all’impegno dei Family Banker® sul territorio, numerose le attività di relazione con la clientela e con gli appassionati nelle località di partenza e di arrivo di ogni tappa, in compagnia dei testimonial: Francesco Moser, Gianni Motta, Maurizio Fondriest, Paolo Bettini ed Alessandro Ballan.

Un “giro nel Giro” che dal 2003 ha visto la partecipazione di oltre 600.000 persone.Le attività sul territorio:

  • −  oltre 30 “pedalate” con i testimonial organizzate sui percorsi di tappa;
  • −  13 Mediolanum Party, cene esclusive con i testimonial, serate dedicate ai clienti in

    location d’eccezione;

  • −  11 pranzi sulle strade del Giro per ammirare da vicino il passaggio della corsa;
  • −  la possibilità di entrare in zone esclusive come le aree hospitality di partenza e di

    arrivo che nel 2017 ha visto la partecipazione di oltre 1600 persone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *