Ordinanza antismog ad Avellino, rischio proroga fino al 31 dicembre

Ordinanza antismog ad Avellino, rischio proroga fino al 31 dicembre. Superata la soglia dei 35 sforamenti previsti dalla legge

Ordinanza antismog ad Avellino, rischio proroga fino al 31 dicembre

Ordinanza antismog ad Avellino, rischio proroga fino al 31 dicembre. Gli sforamenti da Pm 10 sono stati 38, oltre il limite dei 35 consentiti fissato dalla legge.

Ordinanza antismog ad Avellino, rischio proroga fino al 31 dicembre

Ordinanza antismog ad Avellino, rischio proroga fino al 31 dicembre. Superata la soglia dei 35 sforamenti previsti dalla legge, le restrizioni vanno prorogate fino al termine dell’anno solare, quindi oltre il linite del 16 dicembre contenuto nell‘ordinanza antismog della giunta Ciampi.

I dettagli dell’ordinanza

Per i veicoli Diesel Euro 4 e Benzina Euro 3, la limitazione è a targhe alterne (i giorni pari non circolano le auto con targhe pari) sempre fino al 16 dicembre e sempre negli stessi orari.

Lunedì, mercoledì e venerdì circolazione consentita esclusivamente ai veicoli con ultimo numero di targa dispari.

Martedì, giovedì e sabato (per la sola giornata di sabato con orario 8.30-12.30) circolazione consentitta esclusivamente ai veicoli con ultimo numero di targa pari o zero.

Le targhe alterne riguardano autoveicoli Diesel Euro 4 e Benzina Euro 3.

Gli sforamenti

Gli sforamenti del limite di Pm10 vengono registrati da una centralina collocata nei pressi della scuola “Dante Alighieri”, il 38esimo sforamento è stato segnalato il giorno 5 dicembre.

Dopo il no alla firma del protocollo d’intesa da parte dei Comuni dell’Area Vasta, dal Capoluogo invocano maggiore collaborazione tra i comuni coinvolti, ovvero Mercogliano, Contrada, Atripalda, Monteforte, Montefredane, Ospedaletto d’Alpinolo e Capriglia.