Nega una sigaretta a tre giovani e viene pestato a sangue

Paura per un 40enne di Avellino aggredito lungo il Corso da due ragazze minorenni ed un 22enne. I giovani dopo aver chiesto una sigaretta, gli rubano il cellulare e poi lo picchiano

Guida in stato di ebbrezza

AVELLINO. Tutto inizia con la richiesta di una sigaretta da parte di tre giovani ad un uomo che passeggia per il Corso di Avellino. Al rifiuto del 40enne, i tre – due ragazze ed un ragazzo – fanno finta di andare via ma gli rubano il cellulare.

L’aggressione

Dopo essersi accorto del furto, l’uomo insegue i giovani, incrociati all’altezza della villa comunale, lungo tutto il Corso fino ad arrivare a fermarli nei pressi della Prefettura. A quel punto, il 40enne del capoluogo irpino, viene aggredito dai tre giovani di origini romena: due ragazze minorenni ed un ragazzo di 22 anni.

L’ennesima vicenda di violenza ad Avellino, dopo la maxi rissa in via De Conciliis e l’aggressione al giovane di Altavilla, si è consumata ieri sera verso le 21. Non è passata inosservata la scena, i presenti hanno allertato la polizia.

L’intervento della polizia

Sul posto, gli agenti della Sezione Volanti della Questura di Avellino, nel giro di pochi minuti, l’arrivo di due pattuglie  coordinate dal vicequestore Elio Iannuzzi.

Gli agenti  hanno condotto i tre autori della violenza in Questura per cercare di ricostruire con esattezza i fatti. Dopo essere stato soccorso da un’ambulanza del 118, la vittima – che ha riportato lesioni al volto, graffi al collo e qualche contusione – si è recata in questura per fornire la sua versione dei fatti.

Gli interrogatori con Iannuzzi sono andati avanti fino a tardano notte, resta da capire l’esatta dinamica dell’accaduto.

(fonte Il Mattino)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *