Le valute estere, come investire in questo momento

Se il mercato delle valute estere fino a qualche anno fa era un qualcosa di profondamente misterioso, oggi le porte sono state aperte

Se il mercato delle valute estere fino a qualche anno fa era un qualcosa di profondamente misterioso, un mondo di nicchia rivolto esclusivamente a pochi esperti del settore e tutt’al più a qualche appassionato che tentava di approfondire il tema, oggi le porte sono state aperte ed il tutto risulta essere più accessibile.

Una tendenza sulla quale hanno influito diversi parametri, un insieme di meccanismi che partono dalla diffusione sulla rete di quello che viene chiamato Forex Trading: si parla di un mercato enorme, potenzialmente smisurato che contiene al proprio interno una notevole dote di liquidità così da renderlo particolarmente appetibile.

Ed oggi il Forex è in grado di attirare una quantità enorme di investitori privati, ovvero utenti che non si rivolgono a intermediari o a banche ma che tendono a fare tutto in autonomia utilizzando il web e le piattaforme appositamente nate. Vien da sé che ad aumentare siano anche i rischi, perché quando ci si addentra da soli in un territorio che può essere minato i pericoli arrivano da tutte le parti e non sempre si ha la prontezza di saperli riconoscere.

La domanda principale diventa quindi: come investire sul mercato delle valute estere in questo particolare momento storico? E l’interrogativo è di quelli che si possono definire da 1 milione di dollari, dato che di investimenti e quindi di soldi si sta parlando. L’attualità ci parla di incertezza dei mercati come poche volte si è riscontrata: l’euro è sotto tiro anche per cause nostre, da intendersi qui come Italia: nelle ultime settimane si sta evidenziando una struttura ribassista nel rapporto di cambio con il dollaro che invece ne esce fuori molto apprezzato. E secondo gli analisti, da qui a fine anno (e non manca poi così tanto) difficilmente si potrà assistere ad una risalita dell’euro nei confronti del dollaro.

La situazione qui illustrata risulta essere piuttosto chiara e comprensibile anche a chi non abbia conoscenze tecniche.

La domanda da porsi è semmai un’altra, ovvero: conviene investire sull’euro in questo momento proprio perché, come chi è esperto di investimenti sa bene, quando un asset è in difficoltà è il momento per acquistare bene ed andare poi a rivendere magari non appena risale?

E qui entrano in gioco dinamiche alternative e troppo complesse per poter fornire risposte esaustive. C’è chi aspetta proprio questi momenti per andare ad investire su valute estere in difficoltà; ovviamente anche soltanto per pensare ad operazioni del genere si deve necessariamente avere una notevole dimestichezza con i mercati. Tradotto, se non si è investitori esperti meglio lasciare da parte operazioni di questo genere e concentrarsi su soluzioni potenzialmente meno remunerative ma più concrete.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *