Influenza, la peggiore degli ultimi decenni

Il ceppo influenzale che sta arrivando in Italia è molto aggressivo. Direttamente dall'Australia, dove ha già mietuto diverse vittime

influenza 2017

Il maltempo ha causato già grandi danni e siamo solo ai primi freddi. Il periodo e la situazione climatica ripropongono il classico malanno di stagione: l’influenza. Secondo i media australiani sarebbe la peggiore degli ultimi decenni. La definiscono così, senza mezzi termini, e non a torto: negli scorsi mesi nel continente rosso l’epidemia annuale ha fatto 52 vittime, anche tra giovani e bambini.

Alle nostre latitudini non ci sarebbe da stare tranquilli

 

Il virus starebbe ora facendo rotta verso l’Europa, dopo aver già toccato il sud-est asiatico e la penisola araba. Secondo gli esperti, nell’emisfero boreale l’influenza si manifesterà come già in Australia e sull’epidemia in arrivo affermano: «Quando ci raggiungerà il ceppo di virus che si è diffuso in Australia, dovremo fare i conti con casi gravi e numerosi».

 

Come schermarsi

 

Spiega Pierangelo Clerici, presidente Amcli (associazione microbiologi clinici italiani) e direttore dell’Unità Ospedaliera di Microbiologia assistenza socio sanitaria territoriale Ovest Milanese che «tutte le Autorità di Sanità Pubblica nazionali ed internazionali ogni anno sottolineano che la vaccinazione antinfluenzale rappresenta il mezzo più efficace e sicuro per prevenire la malattia e le sue complicanze». Nella stessa intervista, rilasciata d un mensile di informazione scientifica, il medico specifica l’importanza della vaccinazione «nei tempi corretti e con il giusto vaccino».

In ogni caso, il rimedio migliore si conferma la prevenzione: come chiarisce anche il sito del Ministero della Salute, è bene lavare le mani, usare fazzoletti per schermare starnuti e colpi di tosse, preferire fazzoletti usa e getta e areare spesso i locali in cui si soggiorna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *