Il Santo del giorno: oggi si celebra San Leone Magno Papa

Leone I, detto anche Leone Magno (Toscana, 390 circa – Roma, 10 novembre 461), è stato il 45º vescovo di Roma e Papa della Chiesa cattolica.

Leone I, detto anche Leone Magno (Toscana, 390 circa – Roma, 10 novembre 461), è stato il 45º vescovo di Roma e Papa della Chiesa cattolica. È venerato come santo dalla Chiesa cattolica e dalla Chiesa ortodossa. Il suo pontificato va dal 29 settembre 440 alla sua morte.

Oggi, 10 novembre, si celebra San Leone Magno Papa

Il pontificato di Leone, come quello di Gregorio I, fu il più significativo e importante dell’antichità cristiana. In un periodo in cui la Chiesa stava sperimentando grandi ostacoli al suo progresso in conseguenza della rapida disintegrazione dell’Impero romano d’Occidente, mentre l’oriente era profondamente agitato da controversie dogmatiche, questo papa guidò il destino della Chiesa romana.

Secondo il Liber Pontificalis Leone nacque in Toscana, forse a Volterra in una data ignota; il Taglieschi nei sui Annali della terra d’Anghiari lo accredita come cittadino della villa di San Leo, contado d’Anghiari. Suo padre si chiamava Quintianus. Le prime evidenze storiche certe su Leone lo individuano come diacono della Chiesa romana sotto papa Celestino I e poi sotto papa Sisto III.

Durante questo periodo, comunque, era già noto al di fuori di Roma e aveva delle relazioni con la Gallia, poiché Giovanni Cassiano nel 430 o nel 431 scrisse, dietro suo suggerimento, De Incarnatione Domini contra Nestorium, usando come prefazione una lettera di dedica a Leone. Intorno a questo periodo Cirillo di Alessandria si appellò a Roma contro la posizione del patriarca Giovenale di Gerusalemme sulla giurisdizione patriarcale della Palestina. In base a un’affermazione di Leone riportata in due scritti successivi non è però chiaro se le lettere di Cirillo fossero inviate a lui quale diacono romano, o a papa Celestino.

Leone morì il 10 novembre 461 e fu sepolto nel vestibolo di San Pietro sul Vaticano. Nel 688 papa Sergio I fece traslare il corpo all’interno della basilica, e vi fece erigere sopra un altare; si trattò, secondo il Gregorovius, del primo pontefice deposto all’interno della basilica. Attualmente i resti di Leone si trovano in San Pietro, sotto l’altare della cappella della Madonna della Colonna, a lui dedicato, dove furono traslati nel 1715.

Nel 1754 papa Benedetto XIV lo innalzò alla dignità di dottore della Chiesa (doctor ecclesiae). La Chiesa Cattolica Romana, fino al 1971, celebrava la sua festa l’11 aprile. Da allora la memoria viene celebrata il 10 novembre. Le Chiese Ortodosse orientali lo commemorano, invece, il 18 febbraio.

Altri santi e celebrazioni del 10 novembre

– Beato Acisclo (Joaquin) Pina Piazuelo
Religioso e martire

– Sant’ Andrea Avellino
Sacerdote

– San Baudolino di Alessandria
Eremita

– San Demetriano di Antiochia
Vescovo

– San Giusto di Canterbury
Vescovo

– San Narsete e Giuseppe
Martiri in Persia

– Santa Ninfa
Martire

– Sant’ Oreste di Tiana in Cappadocia
Martire

– San Probo di Ravenna
Vescovo