Enti locali, le tasse sono bloccate: tariffe aumentano di oltre il 5%

Dal 2015 – da quando cioè le Regioni e gli enti locali non possano più aumentare le tasse locali – le tariffe dei servizi pubblici erogati dagli enti locali sono aumentate del 5,6 per cento

Dal 2015 – da quando cioè le Regioni e gli enti locali non possano più aumentare le tasse locali – le tariffe dei servizi pubblici erogati dagli enti locali sono aumentate del 5,6 per cento, vale a dire oltre 3 volte la crescita dell’inflazione. Lo segnala la Cgia portando ad esempio le principali tariffe amministrative applicate dai comuni (certificati di nascita, matrimonio/morte) che tra il 2015 e i primi 4 mesi di quest’anno sono aumentate addirittura dell’88,3 per cento. Quelle applicate dalle società controllate da questi enti territoriali per la fornitura dell’acqua, invece, hanno subito un incremento del 13,9 per cento, quelle della scuola dell’infanzia del 5,1 per cento, le mense scolastiche del 4,5 per cento, il trasporto urbano del 2 per cento e i rifiuti dell’1,7 per cento. L’inflazione, invece, sempre in questo periodo è salita solo dell’1,7 per cento.

Le consegue del blocco delle tasse locali

Dopo il blocco delle tasse locali imposto dal governo Renzi, sottolinea l’associazione, molti amministratori si sono ‘difesi’ rincarando le tariffe e/o riducendo la qualità e la quantità dei servizi offerti ai cittadini…Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *