Domenica ecologica ad Avellino, bilancio negativo

Seciondo l'amministrazione il bilancio della prima domenica ecologica ad Avellino è positivo, ma bisognerà attendere i dati ufficiali dell'Arpac

Domenica ecologica ad Avellino

AVELLINO. Il bilancio di questa prima domenica ecologica ad Avellino sembra deludente. Pochi controlli, mezzi vietati liberamente in circolazione e una decina di multe elevate dal vigili. Per verificare l’efficacia della nuova ordinanza bisognerà attendere i dati delle centraline in città.

Domenica ecologica ad Avellino, una decina in tutto le multe elevate dai vigili in città

Le pattuglie che hanno vigilato sulla prima domenica ecologica ad Avellino sono state 8 in tutto, 4 al mattino e 4 al pomeriggio, per un totale di 10 multe elevate ai danni dei trasgressori.

I vigili urbani hanno presidiato le zone più trafficate del Capoluogo, come Piazza Kennedy, Piazza d’Armi, via Mancini e Viale Italia. Ma in generale sono stati pochi gli addetti che si sono visti in tutta la città.

Forse è stato per questo che i mezzi Benzina Euro 0, 1 e 2 e Diesel Euro 0, 1, 2 e 3 hanno comunque liberamente circolato.

Fortunatamente, per quanto riguarda la parte relativa alle utenze domestiche, ovvero il divieto di abbruciamento dei residui vegetali, che sarà vietato per 24 ore su 24, l’accensione degli impianti di riscaldamento più obsoleti (in particolare vecchi camini e stufe a pellet), i cittadini si sono attenuti all’ordinanza.

Soddisfazione dell’amministrazione

L’amministrazione comunale ha espresso soddisfazione per i risultati di questa prima domenica ecologica ad Avellino proprio in base al numero di multe elevato contro i trasgressori, solo 10.

Ma per capire se il provvedimento è efficace bisognerà attendere il bollettino dell’Arpac. L’ultimo rilievo delle centraline risale al 7 febbraio, con 5 sforamenti raggiunti nella seconda metà di gennaio.

Gli autobus

Occhi puntati sul terminal bus di Piazza Kennedy. La nuova ordinanza, infatti, vieta agli autobus di tenere il motore acceso durante la sosta e autorizza la messa in moto non prima di 3 minuti dall’orario della partenza.