De Mita a Grottaminarda: «Recuperiamo una motivazione culturale»

Durante l'incontro svolto ieri l'ex premier ha discusso di storia della politica nazionale ricordando il periodo della presidenza del consiglio

GROTTAMINARDA. Si è svolto ieri, nella sala consiliare “Sandro Pertini” di Grottaminarda un incontro sulla storia della politica nazionale. Hanno preso parte al confronto patrocinato dal Comune, con il moderatore Edoardo Sirignano, il sindaco di Grottaminarda Angelo Cobino,  il sindaco di Nusco Ciriaco De Mita, Giuseppe De Mita, Vincenzo Sirignano, Angelo Lanza sindaco di Flumeri, Pino Bruno presidente di Confindustria e Giovanni Romano consigliere provinciale, Peppino Orlando, docente universitario di filosofia, originario di Grottaminarda.

«L’iniziativa politica che sostengo è recuperare una motivazione culturale. Perché senza questo elemento i movimenti politici vengono meno. Mi auguro che si apra un dialogo. Serve molto più un’iniziativa del genere che una vittoria elettorale» commenta l’ex premier De Mita che ricorda la sua esperienza come Presidente del Consiglio: «Dopo il liberalismo, il
confronto tra il partito popolare ed il partito della sinistra è stata la condizione per la trasformazione del Paese. Oggi la sola cultura che rimane è questa popolare. Perché ha una straordinaria capacità di previsione perché è profetica».

Secondo quanto riportato dal quotidiano Il Mattino, ai margini dell’incontro il sindaco di Nusco fa una riflessione sul piano della sanità e rivolgendosi alla manager dell’Asl Maria Morgante afferma: «Dobbiamo uscire dall’idea che un servizio è possibile farlo se ha una possibilità di risposta ad una domanda consistente».

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *