Il «circolo dei pedofili»: l’aspra condanna del sindacato di Polizia

Riceviamo e pubblichiamo il commento del Lisipo ai fatti di cronaca che hanno portato Avellino alla ribalta della stampa nazionale

baby prostitute squillo processo titolare clienti incontro testimonianze circolo baby prostitute circolo condanna baby squillo

AVELLINO. Scalpore e disgusto ha suscitato la notizia dell’anziano gestore di un circolo ad Avellino che avrebbe circuito alcune giovanissime ragazze che frequentavano il luogo, tanto da convincerle a prostituirsi. Il più anziano dei tre uomini coinvolti ha 85 anni. Lo stato di bisogno delle giovanissime era il punto su cui il gestore faceva leva per raggiungere i suoi abbietti scopi.
Aspra la condanna di Lisipo.

«Il Libero Sindacato di Polizia (LI.SI.PO.) – ha dichiarato il Presidente nazionale Antonio de Lieto – ritiene questa vicende gravissima , per il coinvolgimento di minorenni, ma anche di persone che,per la loro età, potevano essere dei nonni o, addirittura dei bisnonni. Sarebbe stata una vicenda, comunque gravissima, ma così com’è configurata, rappresenta un oltraggio ad ogni normale sentimento che uomini dai capelli bianchi dovrebbero avere verso dei ragazzi, tutti i ragazzi, in particolare e per chiunque, in generale.

Il Libero Sindacato di Polizia, si augura che, se giudicati colpevoli, gli attuali indagati, destinatari di misure cautelari, siano condannati a pene severissime, senza alcuna attenuanti e sconti di pena».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *