Cibo take away e pizza: attività in crescita anche in Irpinia

Lo riporta l’indagine compiuta da UnionCamere e InfoCamere sui dati del Registro delle Imprese italiane tra il 30 giugno 2018 e il 30 giugno 2018

AVELLINO. Sono sempre più numerose le imprese straniere in Campania e tra i principali settori in crescita c’è quello del cibo take away e della pizza.

In particolare a Napoli, nel quinquennio 2013-2018, si è registrato un aumento di +433 imprese. Seguono Salerno con +82, Caserta con +47 e Benevento con +24. Avellino si posiziona ultima: le imprese di questo settore sono passate, infatti, nello stesso periodo, da 174 a 194.

Boom del take away: l’indagine

In tutta Italia ci sono circa 40mila imprese, con una crescita di quasi il 17% in cinque anni (6mila imprese in più). Lo testimonia l’indagine compiuta da UnionCamere e InfoCamere sui dati del Registro delle Imprese italiane tra il 30 giugno 2018 e il 30 giugno 2018.

Secondo il report, è la Lombardia a registrare il numero più alto in Italia di pizzerie a taglio e take-away (6.176), seguita dal Lazio (4.164) e dall’Emilia-Romagna (3.902).

Ma in termini relativi, nell’ultimo quinquennio, è stato il Trentino Alto Adige ad aver messo a segno la crescita più marcata (+27%), seguito dalla Sicilia (+24%) e dalla Lombardia (+22%).

A livello provinciale, invece, il primato va a Roma, dove rosticcerie e friggitorie superano le 3mila attività, seguita da Napoli e Milano che si attestano sulle 2mila realtà.

Le tre province sono ai vertici della classifica anche in termini di aumento delle attività appartenenti a questo comparto tra il 2013 e il 2018: +634 a Roma; +516 Milano e +433 Napoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *