Ciampi, dopo la bocciatura del Tar il Pd è pronto alla mozione di sfiducia

Dopo la bocciatura del ricorso presentato del Sindaco Ciampi, l'opposizione è pronta alla mozione di sfiducia. Il voto dopo le provinciali

ciampi
Avellino. Continua la bagarre al Comune di Avellino, con il  Sindaco Ciampi che, dopo aver incassato il rifiuto del ricorso da parte del Tar, getta benzina sul fuoco attaccando i consiglieri di opposizione.

Le dichiarazioni

Come si può negare il diritto soggettivo di ottenere giustizia? Fare ricorso, legittimamente ribadisco, a tutti i gradi di giudizio, è un diritto di ognuno, un diritto sacrosanto”. E, in merito alla presentazione di un secondo ricorso, aggiunge “Valuteremo se andare avanti soltanto dopo aver letto le motivazioni”.
E ancora, l’affondo “Mi viene un dubbio, però. Se gli altri consiglieri sono così contenti che le schede non vadano più riconteggiate, hanno forse qualcosa da nascondere? Parlano solo di ricorsi e cavilli pur di attaccarsi alla poltrona“.

Sfiducia

L’opposizione, in ogni caso, non è rimasta a guardare. Fino a questo momento già 10 consiglieri hanno firmato la mozione di sfiducia contro Ciampi. Mancherebbero solo le firme del PD, che dovrebbero arrivare a breve, già entro poche ore. Secondo quanto dichiarato d Livio Pettito, già presidente del Consiglio Comunale, il consiglieri PD vorrebbero arrivare all’appuntamento col voto in aula dopo le provinciali.

Archiviato il turno alettorale, per Ciampi arriverà la resa dei conti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *