Caso Pingue, l’ex ispettore respige ogni addebito

Pingue ha respinto ogni addebito a suo carico, comprese le accuse dei suoi dipendenti, che lo avevano accusato di pressioni e minacce

Dopo il suo arresto, avvenuto il 9 novembre, l’ex dirigente capo dell’Ispettorato interregionale del Lavoro di Napoli  è stato interrogato oggi

Durante le tre ore del suo interrogatorio, Renato Pingue ha respinto ogni addebito a suo carico, negando le minacce agli operai e affermando di avere sempre eseguito il protocollo nei confronti dell’azienda coinvolta nelle indagini.

Gli avvocati di Pingue hanno chiesto la revoca degli arresti domiciliari. Il Gip si pronuncerà a breve per la conversione della pena in una misura più lieve.