Carullo sull’inquinamento: «Dobbiamo essere sentinelle del territorio»

Si è svolto al Carcere Borbonico di Avellino con i giovani studenti dell’Istituto Alberghiero di Avellino, un dibattito sulle tematiche ambientali di Irpinia Sannio. Presente all'incontro, tra le altre autorità, anche il sindaco di Mercogliano Massimiliano Carullo

carullo convegno inquinamento

AVELLINO. Si è svolto al Carcere Borbonico di Avellino con i giovani studenti dell’Istituto Alberghiero Manlio Rossi Doria di Avellino, un dibattito sulle tematiche ambientali di Irpinia Sannio. Presente all’incontro, tra le altre autorità, anche il sindaco di Mercogliano Massimiliano Carullo,  candidato alla Camera di Fratelli D’ Italia (collegio Irpinia -Sannio).

Durante il dibattito, Carullo, ha affrontato la questione ambientale dall’inquinamento dei fiumi irpini all’incendio che questa estate ha devastato il monte Partenio, colpendo Montevergine.

L’intervento di Carullo

Massimiliano Carullo si è rivolto ai giovani e alle autorità presenti sottolineando che bisogna essere sentinelle del proprio territorio: «Bisogna avere il coraggio di denunciare qualsiasi anomalia, avendo fiducia nelle forze dell’ordine. Il verde che ha sempre contraddistinto le zone interne della Campania non può essere attaccato da balordi e persone senza scrupoli.

Da un lato la prevenzione delle Istituzioni, in questo da sindaco ho cercato di essere al passo con i tempi con l’installazione della videosorveglianza per tutelare il territorio da me governato, dall’altro il coraggio e il senso civico delle persone. Le stesse telecamere sono rifermento per le forze dell’ordine anche per altri contesti».

«Il mio obiettivo è quello di legare l’Irpinia e il Sannio. – conclude il Sindaco di Mercogliano -. Ho sempre immaginato una congiunzione tra il turismo religioso tra Montevergine e Pietrelcina. L’arte, la natura, la cultura, la spiritualità sono valori che da sempre hanno caratterizzato le zone interne della Campania».

Alla domanda degli studenti che hanno chiesto come si potrebbe restare al sud: «I giovani – ha risposto Carullo- devono essere fieri di queste terre e trovare occupazione proprio nelle tradizioni e folklore delle nostre province».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *