Carcere di Bellizzi: consegnata qualifica regionale ai giovani detenuti

Il garante dei detenuti regionale Samuele Ciambriello e l'assessore regionale alla formazione Chiara Marciani al carcere di Bellizzi Irpino per la cerimonia di consegna della qualifica regionale per i detenuti e la visita al padiglione femminile

BELLIZZI IRPINO. Si è tenuta questa mattina presso la Casa circondariale “Antimo Graziano” –  di Bellizzi Irpino Avellino la consegna dell’attestato di qualifica Regionale per i detenuti nell’ambito del progetto:  Garanzia Giovani  “Key competence mix” promosso dall’ente di formazione Adim srl.

L’attestato di  qualifica  è stato consegnato dall’assessore regionale alla formazione Chiara Marciani e dal garante dei detenuti regionale Samuele Ciambriello, alla cerimonia di consegna erano presenti il direttore della cc Paolo Pastena, il capoarea della sezione educativa dr.ssa Ranucci, il comandante Attilio Napolitano, Carlo Mele, garante dei detenuti provinciale e  Luciano Mattina direttore dell’ente di formazione Adim srl.

Carcere di Bellizzi: consegnata qualifica regionale ai giovani detenuti

Ad aprire la cerimonia di consegna è stato il direttore della cc di Bellizzi Paolo Pastena che ha dichiarato : “Il percorso di Garanzia Giovani è stato accolto dalla direzione positivamente perché pensato e ideato per una fascia d’età giovanile 18-29 anni che ha bisogno di alternative positive, professionalizzati, bisogna insistere nella rieducazione dei ragazzi perché sono giovani e hanno bisogno di alternative legali e concrete , una vera e propria opportunità per chi vuole realmente cambiare”.

“Con la cultura si cresce e chi lo fa realmente davvero riesce a voltare pagina” dichiara  Carlo Mele il garante provinciale.

“La Regione Campania intende valorizzare i percorsi formativi per i giovani per aumentarne le competenze in un ottica di qualifica professionalizzante, è questo uno degli obiettivi che la politica regionale sta portando  avanti e che troverete nel prossimo catalogo formativo regionale –  dichiara l’assessore Chiara Marciani.

Samuele Ciambriello spiega ai presenti : “ i percorsi formativi per i giovani e in questo caso per i “diversamente liberi”, sono vere e proprie opportunità per i detenuti, secondo una giustizia ripartiva ed rieducativa, bisogna canalizzare le risorse positive di chi vuole cambiare e apprendere un mestiere che sia alternativo ai propri negativi trascorsi. Quando la felicità non la trovi, inizia a guardarti dentro, chiosa Ciambriello durante la cerimonia di consegna degli attestati formativi  agli  8 ragazzi che hanno concluso positivamente  garanzia giovani, aldilà delle nuove competenze acquisite è  utile riconoscersi in un progetto di rieducazione di valori e motivazione al cambiamento che parte da se stessi”.

Luciano Mattina direttore di Adim srl  conclude : “ Il corso regionale iniziato il 14 marzo che si è concluso il 7 maggio è uno dei percorsi che abbiamo previsto in carcere avviato anche a Poggioreale e Secondigliano. Abbiamo scelto gli istituti penitenziari perché riteniamo che bisogna lavorare  in contesti difficili e dare opportunità ai dei ragazzi, perchè ristretti con maggiore  bisogno di un alternativa e costruire reali attività educative”.

Alla fine della consegna degli attestati ,  il garante regionale Samuele Ciambriello si è trattenuto nel padiglione femminile per assistere alla festa dell’affettività dedicata alle donne detenute per la festività della mamma. Un momento questo dedicato agli affetti e alle donne ristrette al cc di Bellizzi Irpino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *