Bomba a via Tagliamento, la pista degli inquirenti

Si cercano gli autori dell'atto intimidatorio, da chiarire il movente. Utili alle indagini le telecamere delle attività commerciali vicine al civico 50

bomba via tagliamento

AVELLINO. Come annunciato in un precedente articolo, nel pomeriggio del 30 ottobre ad Avellino è stata ritrovata una bomba nella cassetta delle lettere di un palazzo. Proseguono senza sosta le indagini dei carabinieri del Comando Provinciale di Avellino che nelle ultime ore stanno ascoltando le testimonianze dei presenti che potrebbero aiutare a far luce sull’episodio.

Si cercano gli autori del gesto che dalle prime indagini pare essere un atto intimidatorio, restano da chiarire obiettivo e movente. Secondo le prime indiscrezioni trapelate durante la messa in sicurezza del palazzo, la cassetta postale nella quale è stato rinvenuto l’ordigno sarebbe di proprietà di una ditta che ha sede proprio nello stabile. Nel palazzo preso di mira oltre ad una ditta specializzata anche diversi uffici e studi professionali, molti dei quali svolgono attività legali.

Potrebbero rivelarsi utili ai fini delle indagini le telecamere ad ampio raggio installate dalle attività commerciali nelle vicinanze del palazzo del civico 50. Si attendono sviluppi già nelle prossime ore, secondo gli inquirenti infatti si riuscirà presto a far luce sulla vicenda individuando gli autori di quello che ha tutto il sapore di un atto intimidatorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *