Avellino, Foti attacca Morgante sull’atto aziendale

«Maria Morgante, dice cose non vere. (...) Quando c'è un problema che riguarda l'Asl, corre». E, ancora: «Non ha risposto alle mie telefonate»

concorrenza sleale sindaco foti replica morgante asl atto aziendale avellino

AVELLINO. Il sindaco di Avellino non ci sta e alla nota stampa del direttore generale dell’Asl Maria Morgante risponde aspramente: «La Morgante dice delle cose non vere, dovrebbe avere l’educazione di rispondere al telefono al sindaco di Avellino. Ho provato a contattare Morgante più volte e non ho avuto il piacere di essere richiamato, visto che non mi ha mai risposto». E parla di criticità e debolezze dell’atto aziendale.

La manager dell’Asl aveva passato al sindaco di Avellino una bella matassa: prendersi la responsabilità di convocare – meglio: costituire – il Comitato di rappresentanza dei sindaci. Il Comitato, chiariva la nota stampa della manager, non si riunisce da più di tre anni e il sindaco Foti è l’organo che lo presiede.

A riguardo Foti si è detto disponibile a riconvocare il Comitato ma ha colto l’occasione per una stilettata al manager dell’Asl: «L’atto aziendale non è digerito da gran parte degli addetti ai lavori. Si faccia un esame di coscienza».

Il sindaco ha poi sottolineato la gravità dell’assenza della manager dell’Asl al Consiglio provinciale monotematico voluto su questa problematica e al quale pure lui era assente. Il direttore generale dell’Asl, però, aveva avuto una riunione informale con alcuni consiglieri regionali irpini, convocandola contemporaneamente al Consiglio provinciale.

A chiosa delle sue dichiarazioni il sindaco Foti ha sentenziato: «Quando [Maria Morgante, ndr] ha avuto necessità di parlare con me è venuta direttamente in Comune. Ecco, quando c’è un problema che riguarda l’Asl, corre».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *