Arrestato Giusepe Galati, candidato del Centrodestra in Irpinia

Il Tribunale di Catanzaro ha emesso anche un provvedimento di sequestro di beni per un valore di oltre dieci milioni di euro

L’ex deputato Giuseppe Galati è coinvolto in una maxi inchiesta della Guardia di Finanza denominata “Quinta bolgia”

Galati è stato un esponente di spicco di Forza Italia, di origini calabresi ma candidato nel colleggio del Senato nel collegio di Avellino. Insieme a lui sono state tratte in arresto altre 23 persone, l’ex deputato è stato posto ai domiciliari.

I Finanzieri del nucleo di Polizia economico-finanziaria di Catanzaro, coordinati dal Procuratore della Repubblica, dott. Nicola Gratteri, dal Procuratore Aggiunto, dott. Vincenzo Capomolla, e dai sostituti procuratori, dott. Elio Romano e Dott. Vito Valerio, hanno dato esecuzione, con il supporto del Servizio Centrale Investigazione Criminalità Organizzata (s.c.i.c.o.) di roma, a 24 ordinanze di custodia cautelare (12 in carcere e 12 agli arresti domiciliari) e a un provvedimento di sequestro di beni per un valore di oltre dieci milioni di euro, emessi dal g.i.p. del Tribunale di Catanzaro su richiesta di questa procura distrettuale.