In permesso premio, continuava col “lavoro”

Insieme al 38enne in permesso premio altri due: avevano chiesto il pizzo ad un noto ristoratore di Ercolano per conto del boss del clan Birra

furti ladri gambizzato permesso premio carabiniere investito auto rubata furti

ARIANO IRPINO. Lo riporta dettagliatamente il quotidiano L’Occhio di Napoli. Stando a quanto descritto, in tre sono stati colti in flagrante mentre chiedevano il pizzo ad un noto ristoratore nel centro di Ercolano: Salvatore De Gaetano, Luigi Cozzolino e Luigi Miranda. L’accusa per i tre è tentata estorsione aggravata da finalità mafiose.
Il paradosso è che Salvatore De Gaetano svolgeva la sua attività durante un permesso premio: il 38enne era infatti recluso nel carcere di Ariano Irpino per rapina.

Cozzolino, 42enne, e Miranda, 47enne, lo aspettavano in auto. De Gaetano, invece, era andato personalmente a chiedere danaro per conto di “Zio Giovanni”, il boss del clan Birra, attualmente recluso nel regime del 41 bis.

Il proprietario, vittima di reiterate richieste dello stesso stampo, aveva avvertito le autorità: sul posto, i carabinieri di Torre del Greco  e di Ercolano che, al termine delle formalità, hanno condotto i tre estorsori al carcere di Secondigliano.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *