Aias, confermato il sequestro dei beni.

La Corte ha respinto il ricorso degli avvocati della signora De Mita, che avevano invocato per lei la restituzione dei beni finiti oggetto del sequestro

Dopo la richiesta di condanna da parte della Procura, per la moglie dell’ex premier Ciriaco De Mita, Annamaria Scarinzi, è arrivato anche il sequestro d’urgenza.

Di fatto la Corte ha respinto il ricorso degli avvocati della signora De Mita, che avevano invocato per lei la restituzione dei beni finiti oggetto del sequestro.

L’ammontare dei diversi sequestri sarebbe di circa 84mila euro, per i conti delle associazioni Noi con Loro Onlus, presieduta dalla stessa Scarinzi, e Hs Soluzioni Srl, degli imprenditori Marco e Massimo Preziuso.

Sarebbe stato chiesto, inoltre, il sequestro di 3120 euro direttamente dai conti personali della signora De Mita.

Le motivazioni del rigetto del ricorso saranno note tra 15 gorni.

Bilotta

E’ stata fissata al 7 novembre, invece, l’udienza per uno degli altri imputati nel caso Aias, Gerardo Bilotta, che dovrà comparire davanti al giudice per rispondere in  merito al secondo filone dell’inchiesta Aias, quella relativa all’ipotesi di truffa dei contratti di solidarietà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *