Acqua non potabile, il gruppo Cittadini in Movimento chiede chiarezza

Il gruppo de “I Cittadini in Movimento” chiede alle Autorità competenti e al Sindaco di informare la cittadinanza sull’eventuale rientrato allarme. La nota di Massimo Passaro

acqua ricorso cittadini in movimento

AVELLINO. Con una nota stampa, il gruppo I Cittadini in Movimento, chiede chiarezza sulla vicenda che nelle ultime ore allarma i cittadini avellinesi in merito alla non potabilità dell’acqua.

La nota di Massimo Passaro

“L’ ordinanza comunale n°49 emanata in data 9/2/2018 a seguito di una serie di controlli di routine da parte degli enti preposti sulla salubrità dell’acqua pubblica sanitaria, nella quale risultavano esservi parametri microbiologici e valori al di sopra della norma, faceva risultare la stessa, non più idonea al consumo umano;

il Comune di Avellino, nella persona del Sindaco, emanava la suddetta ordinanza invitando, parte della popolazione interessata, al divieto assoluto di utilizzo dell’acqua dell’acquedotto sia per il consumo umano sia per usi alimentari e potabili; parte della cittadinanza, investita dall’ordinanza, con estrema difficoltà apprendeva, la notizia sulla non potabilità dell’acqua, a causa della inadeguatezza degli enti preposti nell’informare celermente, la popolazione.

Alla luce di quanto su esposto, dopo le incessanti richieste da parte di tanti cittadini i quali chiedono, a tutt’oggi, insistentemente, se l’allarme sia rientrato e se si siano ripristinati i normali parametri per l’utilizzo dell’acqua, il gruppo de “I Cittadini in Movimento” chiede alle Autorità competenti e al Sindaco di informare la cittadinanza sull’eventuale rientrato allarme e verificare, se vi siano eventuali responsabilità degli organi preposti al controllo e alla gestione delle acque pubbliche, investendo, la magistratura”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *