Acqua inquinata ad Avellino, Morano: “Pd responsabile morale”

La nota del referente del movimento di centrodestra Primavera Irpina, Morano: "Questa vicenda è l'ennesimo segnale del cortocircuito politico istituzionale che stanno vivendo le nostre realtà locali"

primavera irpinia sabino morano

AVELLINO. Sabino Morano, referente del movimento di centrodestra Primavera Irpina, si esprime in merito alla vicenda dell’acqua non potabile ad Avellino, di seguito la nota stampa.

La nota di Morano

“Il PD avellinese è il responsabile morale di quanto sta avvenendo in queste ore tra Comune ed Alto Calore. La vicenda culminata nell’ordinanza del Sindaco che vieta il consumo di acqua potabile, passa ogni limite di decenza in una città nella quale ormai da anni una situazione emergenziale permanente mette in discussione gli aspetti più basilari della vita civile.

L’ordinanza, scritta in un burocratese semi-incomprensibile, si traduce in una situazione di allarme diffuso tra la popolazione rispetto ad una percezione di un pericolo oggettivo.
In tutta sincerità non riesco a comprendere come si sia potuti arrivare ad una situazione del genere nel 2018, in presenza di normative specifiche ed enti preposti al controllo.

“Questa incredibile vicenda è l’ennesimo segnale del cortocircuito politico istituzionale che stanno vivendo le nostre realtà locali”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *